Come vengono realizzate le insegne luminose?

Le insegne luminose sono una presenza fissa nel nostro paesaggio urbano. Contribuiscono ad informare gli utenti ed a creare un’atmosfera vibrante e dinamica. Dal concept iniziale alla brillante realtà che illumina il nostro paesaggio, queste opere luminose sono il risultato di una sinergia tra mente creativa e competenza tecnica.

L’insegna luminosa è un segnale visivo ma anche una testimonianza del potere della luce nell’architettura urbana e nella comunicazione visiva.

Come vengono realizzate queste opere di illuminazione?

Esistono diverse tecniche per realizzare le insegne luminose. Il processo di realizzazione può essere suddiviso in tre fasi principali: progettazione, produzione e installazione.

Nella fase di progettazione, si definiscono le specifiche dell’insegna, come la forma, le dimensioni, i colori e il tipo di illuminazione. In questa fase, è importante considerare anche gli aspetti normativi e di sicurezza, come la distanza minima dall’illuminazione pubblica e la resistenza alle intemperie. Per quanto riguarda la progettazione vera e propria, è possibile utilizzare software di progettazione grafica come Adobe Illustrator o CorelDRAW per creare un disegno dell’insegna. In alternativa, è possibile affidarsi a un professionista del settore per la progettazione.

Nella fase di produzione, si realizzano le parti dell’insegna, come il telaio, le lettere e i loghi. In questa fase, si utilizzano materiali come l’alluminio, l’acciaio inox, il plexiglass e il policarbonato. Le parti vengono poi assemblate e testate per garantire la funzionalità e la sicurezza dell’insegna. Per quanto riguarda la produzione, esistono diverse tecniche per realizzare le parti dell’insegna. Ad esempio, le lettere possono essere tagliate al laser o fresate da un blocco di materiale. Le parti possono anche essere stampate in 3D o realizzate tramite stampaggio ad iniezione.

Nella fase di installazione, l’insegna viene montata sul luogo designato. In questa fase, è importante assicurarsi che l’insegna sia installata correttamente e che rispetti gli standard di sicurezza e normativi. Durante l’installazione è importante assicurarsi che l’insegna sia posizionata correttamente e che rispetti gli standard di sicurezza e normativi. In alcuni casi, potrebbe essere necessario richiedere un permesso per l’installazione dell’insegna.

Quali materiali vengono utilizzati per la realizzazione delle insegne?

La produzione delle insegne luminose coinvolge una serie di materiali differenti, i quali vengono combinati per creare opere d’arte visivamente accattivanti e funzionali.

Di seguito sono elencati alcuni dei materiali più comunemente utilizzati nella produzione delle insegne luminose:

  • Si tratta di un materiale leggero e resistente alla corrosione, di solito utilizzato per le strutture di supporto delle insegne luminose. È spesso impiegato per creare telai e supporti che forniscono stabilità strutturale.
  • Il vetro trasparente o colorato viene spesso utilizzato per rivestire o proteggere i componenti luminosi delle insegne. Può essere sagomato, inciso o serigrafato per aggiungere dettagli estetici e migliorare la visibilità.
  • Plexiglass (PMMA). Materiale plastico trasparente e resistente agli agenti atmosferici. Viene spesso utilizzato per coprire i componenti luminosi delle insegne, offrendo una protezione dagli elementi esterni.
  • Acciaio inossidabile. L’acciaio inox è noto per la sua resistenza alla corrosione, rendendolo ideale per le parti esposte alle condizioni atmosferiche. Viene utilizzato per componenti strutturali e decorativi delle insegne luminose.
  • Tubi al neon. Il neon viene ancora ampiamente utilizzato per creare insegne luminose. Sono formati da tubi di vetro riempiti con gas nobile che diventano incandescenti quando una scarica elettrica attraversa il gas.
  • LED (Light Emitting Diode). Oggi i LED sono diventati la tecnologia di illuminazione dominante nelle insegne luminose moderne. Sono dispositivi a semiconduttore che emettono luce quando attraversati da una corrente elettrica. I LED offrono flessibilità, efficienza energetica e una vasta gamma di colori.
  • Materiali riflettenti. Alcune insegne luminose incorporano materiali riflettenti per migliorarne la visibilità notturna. Questi materiali riflettono la luce proveniente da fonti esterne, aumentando la luminosità complessiva della segnaletica.
  • Elettronica e componenti elettrici. Componenti elettronici, quali trasformatori, driver LED e sistemi di controllo, sono essenziali per garantire il funzionamento corretto delle insegne luminose.

Test e manutenzione delle insegne luminose

Prima che l’insegna luminosa venga installata sul suo sito designato, è fondamentale condurre test approfonditi per garantire che tutti i componenti funzionino correttamente.

I tecnici verificano l’intensità luminosa, la stabilità e la durata dell’illuminazione.

Vengono effettuati test di resistenza agli agenti atmosferici per garantire che l’insegna possa sopportare le condizioni meteorologiche avverse.

Dopo l’installazione, la manutenzione continua è essenziale per garantire che l’insegna luminosa conservi la sua brillantezza nel tempo. Ciò può includere la sostituzione di elementi di illuminazione difettosi, la pulizia del pannello frontale e l’aggiornamento del sistema di controllo per incorporare nuove funzionalità o modificare gli effetti luminosi.

La manutenzione delle insegne luminose è un aspetto critico per garantire che queste strutture rimangano attraenti, funzionali e sicure nel corso del tempo.

Una manutenzione regolare preserva l’aspetto estetico delle insegne e contribuisce anche a garantirne l’efficienza e la sicurezza.